IMGP1720.JPGIMGP1725.JPGIMGP1726.JPGIMGP1728.JPGIMGP1729.JPGIMGP1738.JPGIMGP1735.JPGIMGP1741.JPGIMGP1744.JPGIMGP1745.JPGIMGP1753.JPGIMGP1755.JPGIMGP1761.JPGIMGP1766.JPGIMGP1768.JPGIMGP1774.JPGIMGP1776.JPGIMGP1777.JPGIMGP1778.JPGIMGP1780.JPGIMGP1781.JPGIMGP1782.JPGIMGP1783.JPGIMGP1785.JPGIMGP1786.JPGIMGP1787.JPGIMGP1788.JPGIMGP1790.JPGIMGP1795.JPGIMGP1797.JPGIMGP1802.JPGIMGP1816.JPGIMGP1817.JPGIMGP1818.JPGIMGP1819.JPGIMGP1820.JPGIMGP1827.JPGIMGP1828.JPGIMGP1829.JPGIMGP1832.JPGIMGP1834.JPGIMGP1835.JPGDSC06526.JPGDSC06527.JPGDSC06528.JPGDSC06530.JPGDSC06531.JPGDSC06532.JPG
Fasi costruttive
La raccolta fotografica illustra le fasi di smontaggio del modello originale ed il montaggio del modello versione tilting; come si può notare, oltre al riutilizzo della maggior parte dei pezzi del kit originale, che era un fuoristrada, sono stati costruiti dei nuovi pezzi in alluminio come ad esempio il supporto motore, il supporto triangolare anteriore per le ruote dentate, le due leve posteriori per il collegamento alla ruota motrice posteriore e per il collegamento degli ammortizzatori.
Sempre in alluminio è stato realizzato il portamozzo della ruota posteriore mentre altri pezzi come le pulegge dentate e la relativa cinghia, le due ruote dentate anteriori in nylon (per trasmettere il moto oscillante dal servocomando alle aste di collegamento dei due ammortizzatori anteriori), il supporto del cuscinetto dell'albero collegato al motore ed i cuscinetti sono stati acquistati su misura.